Biscottini Baunissimi Alla Banana

La mamma oggi mi ha  preparato  dei dolcetti buonissimi per noi.. da assaggiare magari davanti a una bella ciotola di buon the deteinato dissetante..baunissimiii!!!! 

 INGREDIENTI:

 UNA BANANA MATURA

 125 G DI FARINA DI RISO

 UN UOVO

 50 G DI ACQUA 

  PROCEDIMENTO: schiacciare una banana matura con un cucchiaino,unire la farina di riso alternandola con l’uovo e l’acqua a mano,inserire il composto in un sac à poche infine riempire gli stampini a forma di osso o qualsiasi altra formina che preferite e infornare a 180°!  

fatemi sapere se  apprezzate!!!!

Vostra Penelope!!!

Risultati immagini per biscottini a osso

Annunci

On the Bunny Monday

bellissimo

A Frank Angle

Another weekend has past. What did you do?

A portion of Christianity (not the Orthodox) celebrated the highest Holy Day of the church calendar, thus we attended a wonderful service – plus hosting my father-in-law for dinner. Surprise, surprise … no ballroom for us this weekend because we traveled to northern Indiana to visit an aunt who recently moved.

With my weekend travels, I’m behind on replying to comments on Saturday’s Explore travels to India. Couple that with being behind on visiting, I won’t be posting on Tuesday … thus the next post will be Wednesday, Satire Bits. I have posts in the queue that I could use, but passing on a day is the right thing to do.

Monday is Opening Day in Cincinnati as the Reds start the baseball season. It’s a big day here, so I may spend a few hours walking around downtown taking in…

View original post 313 altre parole

cuccioli e bisognini!!!

Voi umani vi arrabbiate sempre con noi cuccioletti perchè facciamo pipì e pupù nel posto sbagliato, ma avete mai pensato che in realtà non riusciamo a capirvi e non è un dispetto il nostro? Quando noi piccoli bricconcelli arriviamo in casa, siamo spaesati,tristi perchè magari abbiamo lasciato la nostra mamma e i nostri fratellini e soprattutto non conosciamo la vostra lingua! Quindi prima di leggere l’articolo che ha prodotto la mia mamma ,cercate di venirci incontro e non disperatevi se vi sporchiamo casa, prima o poi, non lo faremo più! è solo questione di tempo!

Quando un cucciolo arriva in casa, ci troviamo di fronte al problema dei bisognini.
L’educazione è indispensabile per avere il controllo e la fiducia del cucciolo, che accetterà i nostri interventi senza subire traumi. Lui sarà felicissimo nel vederci felici! I vecchi metodi coercitivi che i nostri nonni hanno sempre adottato (mettici il muso dentro!!), oltre ad essere inefficaci sotto il profilo educativo, hanno il potere di procurare traumi che possono sfociare in veri e propri stress: il cucciolo non sporcherà per timore che qualcuno infili il suo muso nelle feci. Va considerato che il cucciolo non ha ancora assimilato abitudini negative o positive ed il suo comportamento, puramente istintivo, risponde alle più naturali necessità corporali.Non sa ancora cosa è giusto fare o cosa non lo è ! Diamogli tempo…
Dobbiamo prestare noi attenzione ad alcune cose ed indirizzare il cucciolo a sporcare dove vogliamo noi!

Innanzi tutto

  • controllate l’ora in cui sporca (feci) e registra il tempo trascorso dall’ultimo pasto.
  • registrate tutti i posti che vengono utilizzati come gabinetto
  • controllate se cerca di nascondersi per sporcare oppure se lo fa anche in tua presenza.
  • i cuccioli, come tutti i cani, prima di sporcare ruotano su se stessi annusando a terra,quindi non appena li vedete fare questo gesto, mettete subito il giornale o la traversina li vicino.
  • spostate l’ora dei pasti in modo da regolare l’ora in cui dovrà sporcare.
  • cominciate con il portarlo fuori con frequenza (ogni due ore o anche meno), aumentando di giorno in giorno il tempo fra un’uscita e l’altra
  • premiatelo quando riesce a sporcare nel luogo scelto da te
  • ricordate che il cane, in particolare il cucciolo, sporca: dopo aver dormito o riposato, dopo aver giocato, dopo un forte stress, dopo aver mangiato ed altro, comunque dopo un evento di una certa rilevanza.
  • nel caso di pipì frequenti, potrebbe essere utile razionare la somministrazione dell’acqua, fornendola poco prima di essere disponibili al controllo diretto del cucciolo
  • limitate gli spazi che il cucciolo può frequentare da solo
  • pulisci i suoi gabinetti senza farti vedere
  • pulite con battericida (in alcuni casi potrebbe essere utile un repellente)
  • evitate di castigarlo (non capirebbe)
  • se ti rendi conto che sta per sporcare dove non dovrebbe , richiamalo con dolcezza, distrailo senza fargli fare bruschi movimenti, mantieni lo stato di distrazione e accompagnalo nel luogo che tu hai scelto come gabinetto.

Vi rivelo un piccolo sistema molto utile:

  • dopo aver pulito il gabinetto, pulisci con un battericida e stendi un giornale, al posto dei giornali puoi utilizzare degli opportuni tappetini igienici che trovi in commercio
  • ogni volta che il cucciolo cambia posto, fai la stessa operazione( io all’inizio ho tappezzato una casa intera con tappetini igienici e giornali!)
  • quando arriva a sporcare su di un giornale, sostituiscilo con uno pulito ed incomincia a toglierne qualcuno non più utilizzato.
  • se lo fa su più giornali, quando li sostituisci, avvicinali di un poco fra loro.
  • nel caso in cui sporchi di nuovo sul pavimento, ricomincia
  • quando sporcherà sempre sullo stesso giornale, togli gli altri e lascia solo quello che verrà sporcato.
  • ogni giorno sposta il giornale di qualche palmo verso il luogo che tu hai scelto come gabinetto (nel caso fosse fuori casa, il luogo sarà la porta d’ingresso), potrebbe essere la sua cassettina.
  • quando ti rendi conto che il giornale è indispensabile al cucciolo per sporcare, fai sparire il giornale.
  • nel luogo che hai scelto (anche se fosse fuori casa), avrai sistemato un giornale o una parte di esso, meglio se contiene i suoi odori
  • porta il cucciolo dove c’è il giornale e lascialo fare e, senza osservarlo e senza parlare, allontanati di qualche passo, non deve essere condizionato dalla tua presenza.
  • nel caso ti renda conto che non ha capito, riportalo in casa, rimetti il giornale nel punto in cui era il giorno prima e, prima di ripetere l’operazione, aspetta qualche giorno.
  • se non sporca immediatamente, resta fuori molto più del solito ed aspetta.
  • ricorda che ogni cane ha bisogno di trovare un posto che sia di suo gradimento, non sporcherebbe in un posto a caso, il luogo deve avere delle caratteristiche particolari che purtroppo conosce solo lui, il tuo compito sarà quello di individuarle per eventualmente riproporle in futuro.
  • durante la fase di preparazione, quando annusa per cercare il punto giusto , non devi assolutamente osservarlo in modo diretto, dovrai rimanere immobile senza generare stimoli che lo possano distrarre, ricorda che a volte è sufficiente un colpo di tosse per distoglierlo dalla sua concentrazione e portarlo a ricominciare. Ogni cane hai i suoi tempi, perciò rispettali, per alcuni sono necessari anche parecchi minuti.
  • dopo che ha sporcato lodalo ed eventualmente premialo con dei bocconcini appetitosi. Dovrai essere attento e immediato, passati pochi secondi o spostandosi di qualche metro, il premio non avrebbe nessun valore educativo in quando non verrebbe associato all’azione precedente.Se osserverai attentamente il tuo cucciolo ti renderai conto che, in ogni suo movimento, sono nascosti segnali ben precisi che anticipano o annunciano un particolare comportamento. Fra questi segnali, è possibile individuare il momento che precede il bisogno di sporcare, dandoti modo di intervenire adeguatamente.

e Voi avete problemi con i vostri cuccioli? Se avete ancora altri problemi fatemelo sapere cercherò di aiutarvi a risolverli.

Dimmi che cane hai e ti dirò chi sei.

Cani senza vista

cani senza vista pug

Oggi usciamo un po’ dal tema del blog perché voglio condividere con voi i risultati di una recente ricerca condotta nel Regno Unito sui proprietari di cani che ho trovato molto curiosa e interessante.

Noi tutti tendiamo a considerare il nostro cane un amico fidato e insostituibile, un vero e proprio membro della famiglia. Spesso ci è capitato di sentire storie su come un particolare cane sia entrato più o meno per caso nella nostra vita e l’abbia cambiata. Quello che invece in pochi sanno è che la scelta di un determinano cane rispetto a un altro non è casuale, ma rispecchia inconsciamente la nostra personalità, il nostro carattere e le nostre scelte di vita.

Un recente sondaggio effettuato nel Regno Unito e patrocinato da un noto marchio di antiparassitari per cani ha messo in luce che la scelta di una razza rispetto a un’altra rivela informazioni importanti sulla personalità…

View original post 489 altre parole

Il doggy-bag è d’autore a Milano

curiosa di natura

Niente più timore a chiedere il contenitore per il doggy-bag al ristorante. Le scatole saranno piccole opere d’arte, disegnate da famosi designer e illustratori per un progetto di Comieco e Slow Food: “Doggy-Bag: se avanzo mangiatemi”.

Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica) e Slow Food insieme per combattere gli sprechi alimentari. Gli avanzi di cibo che gettiamo nelle nostre pattumiere sono uno spreco che non possiamo più permetterci. D’altra parte, chiedere al ristorante la scatola per il doggy-bag può creare imbarazzo. Nasce il progetto Doggy-Bag: se avanzo, mangiatemi!

DOGGY BAG_comieco Scatole d’autore per il doggy-bag, a Milano, con il progetto di Comieco e Slow Food: “Doggy-bag, se avanzo mangiatemi!”

Come conciliare la lotta allo spreco alimentare con questo timore di essere giudicati? Comieco e Slow Food hanno chiesto ad importanti designer, a professori e architetti di creare delle confezioni apposite, delle vere, piccole opere d’arte da…

View original post 396 altre parole

Cari amici pelosi…è Penelope che vi parla….

Cari padroncini, padroncine, e  amici pelosetti ho scoperto guardando la tv e qualche rivista canina che freddo, intemperie e sbalzi di temperatura non  ci fanno per niente  bene  esattamente come non fanno bene alle nostre mamme e papà ! Come loro esseri umani, anche i noi pelosi (nonostante il pelo dicono sia protettivo)possiamo  ammalarci e oltre a stare male facciamo preoccupare il nostro padroncino. Noi ovviamente non vogliamo tutto ciò giusto? allora dovete far leggere questo articolo attentamente ai nostri genitori bipedi! Vi lascio all’articolo …

Con affetto Penelope.

Ebbene si cari amici, come ha appena detto Penelope i nostri cari tesorini come noi,  possono prendere l’influenza o virus intestinali piuttosto che infezioni, e  possono colpire indistintamente sia adulti che cuccioli perché anche gli animali sono esposti ai cambi stagionali e agli sbalzi di temperatura. Padroncini e mammine amorevoli, fanno di tutto per proteggere i propri pelosetti dal freddo ma a volte non si riesce a far loro scudo contro tutto e può succedere che anche i quattro zampe siano colpiti dai comuni batteri influenzali circolanti nell’aria.
Pensate che addirittura, secondo uno studio approfondito promosso dalle Università dell’Oregon e dell’Iowa, è ancora molto bassa la consapevolezza da parte dell’uomo di essere un veicolo di trasmissione virale di malattie da raffreddamento per i propri amici (e coinquilini) a quattro zampe. Pensateci bene quando i tesorini si infileranno dentro le vostre lenzuola o si  sdraiaranno di voi…

Il raffreddore poi è un malessere fastidioso per noi, figuriamoci per gli amati pelosi che fanno dell’olfatto uno dei propri cavalli di battaglia per conoscere e scoprire l’ambiente circostante.

Generalmente, quando la palletta di pelo ha contratto il raffreddore, potrà apparire più tranquillo e quieto , poco vivace e più incline a lunghi pisolini invece che al gioco o all’iperattività abituale se si tratta di un cane dal temperamento vivace e frizzante.

Non abbiate mai paura e soprattutto non fatevi prendere dal panico, portate subito l’amico a quattro zampe dal veterinario ed egli saprà consigliarvi la terapia di guarigione più adeguata per rimettere in forma il vostro amato cucciolo.

Non dimenticatevi che, insieme alle cure prescritte dal veterinario e ad una buona dose di coccole giornaliere , andrà sempre abbinata un’alimentazione sana, nutriente e bilanciata( e di questo ne parleremo presto in questo blog, vi spiegheremo passo dopo passo a preparare un delizioso pasto nutriente per il vostro pelosetto! E Penelope, ha deciso di svelarvi la ricetta segreta della sua pappa preferita!!!),  tanta acqua che aiuti la reidratazione e lo scioglimento del catarro, qualora, insieme al raffreddore, insorgesse anche il fastidioso disturbo della tosse.Se il vostro cucciolo non è intollerante al lattosio potete dargli anche del latte tiepido con miele, Penelope ne va matta!!!

Tra le patologie più diffuse, che possono colpire i nostri amici animali  ci sono quelle legate all’intestino come ad esempio la dissenteria le cui cause possono essere moltissime: parassiti, infezioni batteriche o virali, cibi sbagliati, cambi repentini di alimentazione, intolleranze e allergie alimentari nuociono al benessere del nostro peloso.

Oltre che chiedere consiglio al vostro veterinario di fiducia, potrete ristabilire il benessere del vostro 4 zampe instaurando un regime alimentare preciso e curato che aiuti a migliorare gli squilibri infiammatori o alimentari. In questo modo la digestione sarà agevolata, leggera e non graverà particolarmente sul tratto intestinale. L’alimentazione è quindi importantissima: coadiuvante nella terapia di cura è l’assunzione di fibre di tipo solubile come la frutta, le carote, l’avena e quelle insolubili come i cereali integrali e i semi di lino al fine di ristabilire, al meglio, il benessere intestinale del vostro amato piccino.

Ultima cosa, ma non per questo meno importante è coprire bene i nostri cuccioli. Non per una questione di moda, ma per proteggerli dal freddo! Vestiteli solo quando la temperatura in casa o fuori è al di sotto dei 17 gradi. State molto attenti, gli sbalzi di temperatura sono il nemico numero 1 per loro sia d’estate che d’inverno! I cambi di temperatura tra dentro casa e fuori possono essere devastanti per loro, per questo è utile comprare loro dei vestitini o t-shirt di cotone o dei maglioncini o perché no..anche dei cappottini per l’inverno, che li proteggano dalle intemperie del freddo..Che siate amanti della moda canina o meno, dovete comprare qualcosa per il vostro amato pelosetto, soprattutto se è un cane di taglia piccola o media!

un caloroso abbraccio…